La 5ªB del 1973 – LICEO SCIENTIFICO MARINELLI (UDINE)

La classe 5ªB non era acqua! Ma ne è passata di acqua sotto i ponti… Eravamo arrivati, tutti compatti, alla fine di marzo del 1973. Un anno leggendario.  Il magico “ultimo anno di liceo” stava scivolando rapidamente dal presente, tangibile e concreto, all’evanescente passato prossimo, già inafferrabile e quasi malinconico. Era stato un periodo davvero indimenticabile quel 1973, scolpito nella memoria e negli affetti.

In genere, è il tempo che passa a farti percepire la straordinaria unicità di un certo periodo della tua vita. Non capita mai, o molto di rado, d’essere in grado di raggiungere tale consapevolezza durante il trascorrere dell’esperienza che diventerà poi indimenticabile. Invece, per quell’anno, tutte le regole, le definizioni, le abituali non-percezioni, saltarono come tappi di spumante. Ancora adesso, quell’anno, sono qui a ricordarlo e celebrarlo. Se dovessi paragonarlo a qualcosa, azzarderei… i “baracconi di Santa Caterina” in Udine.

Ebbi la precisa consapevolezza di essere immerso, assieme e grazie ai miei compagni di classe d’allora, in un istante per molte ragioni irripetibile. Un istante - tanto è durato qul magico 1973 se confrontato con un’intera vita - che mi spinse a realizzare qualcosa che concretizzasse e ci tramandasse il nostro essere classe. A quei tempi le fotografie erano ancora un mezzo non molto usato per consegnare al tempo i propri ricordi. In più, alla fine dell’anno scolastico, per ogni classe quinta era buona e simpatica usanza (esiste ancora?)quella di effigiare in un cartellone studenti e professori, caricaturandoli come le tradizioni goliardiche insegnano.

La norma – non scritta - prevedeva che i cartelloni fossero di grande formato, in genere rettangolari o quadrati, quasi sempre un 3 x 2 metri o un 4 x 3, a seconda del tempo a disposizione e/o della fantasia degli esecutori. Una prima considerazione si fece strada durante quella fine di marzo del 1973: una volta passata la festa e arrivata la tremenda maturità (unico, immenso punto dolente) i cartelloni sarebbero stati staccati, piegati, archiviati, buttati, dimenticati, distrutti.  Sfido qualcuno - che venga allo scoperto! – a riportarne alla luce uno (o magari più d’uno), rigorosamente autentico e in buono stato, tenuto da reliquia o – passando dal sacro al profano – come simil “Gronchi rosa” d’antica memoria. Non ce n’è, ma magari ce ne fosse uno!

Ma ora che ci penso, uno c’è ed in ottimo stato! E quell’uno è proprio il nostro, quello della mitica 5aB: la 5′essenza del Liceo Marinelli di quei primi anni ’70. Pensavo alla fine ingloriosa che avrebbe fatto un cartellone di grande formato (e dove l’avrei appoggiato per i due mesi che – nei calcoli che cominciavo a farmi - mi sarebbero serviti per completarlo?). Pensavo a un formato differente, ma ugualmente di grande superficie: dovevano starci tutti e tutti avrebbero dovuto avere il proprio ruolo significativo da consegnare al tempo che, rapidamente, ogni giorno, non mancava di avvisarci che stava transitandoci accanto.

L’idea arrivò improvvisa: dovevo disporre di un rotolo! Un rotolo da stendere e chiudere a piacimento tanto durante la fase del disegno e della coloritura, quanto nella fase cruciale dell’archiviazione. Ricordo ancora il pomeriggio che, titubante (avrei trovato quello che cercavo?) entrai nel negozio superaccessoriato di Conti, ancora nei pressi di via Manin. Dieci minuti dopo ne uscivo più che soddisfatto, direi gaudioso, con un rotolone di spessa carta bianca e lucida. Altezza 1 metro, lunghezza …10 metri.

Mentre m’incamminavo verso casa - in via Codroipo 112 – Parrocchia di San Marco (altri ricordi indimenticabili) - cominciai a sentire il peso della responsabilità di quanto mi stavo autoincaricando di fare. In classe eravamo in 28 e poi c’erano i proff, un’altra decina.  A complicare lo scenario si aggiungeva la maturità che la notte, negli incubi che ognuno di noi cominciava ad avere, si affacciava alle finestre con sembianze  semi-umane e, quel che risultava peggio, con una falce in mano…

Il Cartellone della 5aB iniziò – lo ricordo ancora con precisione – il 1° aprile del 1973. Fu a casa di Uspo (Stefano Bertolissi), in via Planis, sopra il tavolo da ping-pong che per due mesi invariabilmente, ogni pomeriggio esclusi i festivi, per almeno due ore, restò inutilizzabile causa lavoro del sottoscritto. Disegnavo sulla carta a matita e poi ripassavo i segni con un rapidograf (punta 1,2 mm, lo conservo ancora!). Infine coloravo con i pastelli. Alla fine di maggio tutto doveva essere concluso per potergli dare almeno una settimana di visibilità, attaccandolo in uno dei corridoi del liceo.

L’ultimo giorno utile, sfatto e sfinito, consegnai un pastello rosso a Chiara (Cattaruzzi) e Tiziana (CAvedoni): avrebbero colorato le bocche di tutti i personaggi. Sarebbe stato l’ultimo atto prima dell’esposizione. Dieci giorni più tardi, con la maturità ormai alle porte, si richiese serietà e dignità per i luoghi che avrebbero accolto le grandi paure, e  i cartelloni esposti furono staccati. Quello della 5aB da striscione tornò ad essere rotolo e qui come tale ancora oggi riposa, nel mio studio a Bologna.

Da allora,  noi studenti (tutti promossi!!) e i nostri proff , chi c’è ancora e chi non c’è più, chi non dà più notizie di sè e chi ancora riesce periodicamente a riabbracciarsi, resteremo a tenerci compagnia, avvoltolati insieme, senza pieghe e senza spieghe, ricordandoci addosso quel lontano, indimenticato e indimenticabile, rutilante e roboante, magico e tenerissimo 1973!

 

5B 1973

[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_titolo.jpg]410
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_andrea-cigaina-1973.jpg]410
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_bruno-micali-1973.jpg]430
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_caruzzi-1973.jpg]460
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_caterina-gasparini-1973.jpg]430
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_chiara-cattaruzzi-1973.jpg]520
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_claudio-andrioli-1973.jpg]430
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_corrado-venturini-1973.jpg]460
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_federico-armani-1973.jpg]400
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_fedra-florit-1973.jpg]410
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_francesco-savonitto-1973.jpg]460
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_giacomo-pirlo-1973.jpg]400
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_gianfranco-tonetti-1973.jpg]330
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_gianpaolo-propedo-1973.jpg]370
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_giuliano-bagatin-1973.jpg]430
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_ivana-garlatti-maria-cristina-treu-1973.jpg]470
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_maria-grazia-baldin-1973.jpg]300
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_michela-versano-1973.jpg]350
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_paola-santoro-1973.jpg]320
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_paolo-sacco-1973.jpg]330
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_renzo-pannella-1973.jpg]270
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_roberto-olivato-1973.jpg]290
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_sandro-marpillero-1973.jpg]250
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_severino-lodolo-1973.jpg]270
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_stefano-bertolissi-1973.jpg]300
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_stefano-petri-1973.jpg]260
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_tiziana-cavedoni-1973.jpg]280
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-assistente-lenardon-chimica-1973.jpg]230
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-preside-della-torre-1973.jpg]230
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof_ssa-suppl_storia-filosofia.jpg]330
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-de-stefano-ginnastica.jpg]260
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-di-ginnastica-1973.jpg]200
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-floreani-disegno-1973.jpg]240
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-lombardi-scienze-1973.jpg]310
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-saffi-storia-filosofia-1973.jpg]210
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-ssa-cella-inglese-1973.jpg]300
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-ssa-gallina-italiano-latino-1973.jpg]280
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_z-prof-ssa-tomissich-matematica-fisica-1973.jpg]290
[img src=http://www.corradoventurini.it/cor/wp-content/flagallery/5b-10973/thumbs/thumbs_francesca-tacoli-1973.jpg]350

 

E questo è il cartellone completo: